mercoledì, maggio 5, 2010 Categorie: Fantasy, In evidenza

La magia

Per “magia” si intende generalmente una tecnica o un’arte che, servendosi di gesti, atti e formule verbali e rituali appropriati, si prefigge lo scopo di influenzare gli eventi e dominare i fenomeni fisici, nonch√© l’essere umano, altri esseri viventi o oggetti inanimati.
Bambola voodoo - Museo del Louvre

Bambola voodoo - Museo del Louvre

Sostanzialmente la magia nasce dal desiderio di rimediare all’imperfezione e alla fragilit√† che la natura umana ha in questo mondo, di cancellare la fatica, il dolore, la vecchiaia e la morte. Per questo motivo essa ha accompagnato l’uomo sin dalla sua nascita ed ha avuto maggiore diffusione e popolarit√† nei periodi di grande incertezza e instabilit√†.
Il concetto di magia inizia a farsi strada quando l’uomo prende coscienza dei fenomeni atmosferici e delle calamit√† naturali senza riuscire a darsi una spiegazione, quando scopre effeti e propriet√† particolari di piante e di altre sostanza presenti in natura, quando prende consapevolezza del tempo e quindi della morte. Questo √® un momento importante, perch√® √® in questo momento che magia, scienza e religione nascono mescolate insieme: sar√† poi attraverso i secoli che queste tre “discipline” si diversificheranno acquisendo una separazione ben definita. Nel corso della storia la magia √® stata combattuta dalla scienza che non la considera reale poich√® non dimostrabile, e dalle religioni monoteiste poich√® la considerano opera del male. Ma nonostante questo la magia √® sopravvissuta fino ai nostri giorni e la possiamo ritrovare sotto diverse forme:¬† da chi la pratica credendoci a chi la pratica per ingannare il prossimo, dalla superstizione all’intrattenimento, allo studio del paranormale.

Tenuto presente cosa abbiamo detto riguardo il racconto fantastico e il Fantasy in particolare, √® facile comprendere come la magia sia un elemento essenziale per questo genere lettarario. Ma la magia del Fantasy, anche se ha punti in comune con la magia della realt√† (intesa come quella che storicamente e culturalmente ci appartine), √® sostanzialmente differente. Possiamo dire che la definizione che abbiamo dato all’inizio dell’articolo possa andar bene per entrambi i casi, in comune c’√® anche il senso di paura e diffidenza che hanno nei confronti della magia coloro che non la maneggiano, fino anche al rifiuto e al pregiudizio.

Mago

Mago - "Serendib Sorcerer" ©Dan Scott

Per√≤ mentre la magia della realt√† rimane “invisibile”, celata, e se ne possono osservare solo i risultati (qualora ci siano) con il dubbio che siano casuali, la magia del Fantasy √® palese e indiscussa, l’energia che la genera √® percepibile e visualizzabile, quasi palpabile. Questo, di conseguenza, ha aggiunto alla struttura sociale nuove componenti che gravitano intorno alla magia, come scuole, professioni, e ministeri. Inoltre nel Fantasy sono presenti creature e razze particolarmente predisposte alla magia, come draghi ed elfi, che ne fanno uso spontaneo e regolare.
Ci√≤ che nella letteratura manca √® una “teorizzazione” della magia, ossia il perch√® c’√®, il che cos’√®, il come funziona, il come si usa. Non posso dire di aver eletto tutti i libri Fantasy esistenti, ma forse un numero sufficiente da poter fare una proiezione, e in tutti quelli che ho letto questo aspetto viene quasi sempre tralasciato, limitandosi alla presentazione del cosa fa, del come si presenta, e dell’effetto risultante, con qualche parola magica aggiunta qua e l√†. Christopher Paolini, nel suo Ciclo dell’Eredit√†, ha provato ad andare oltre, ma si √® limitato a dotarla di un linguaggio strutturato e a spiegarne una vaga origine.
Il secondo libro della trilogia del Krug√§n cerca di sopperire a questo “vuoto” letterario, fornendo una teoria strutturata e dettagliata, affiancata da un linguaggio accurato e sintatticamente sviluppato.

3 Commenti a “La magia”

  1. [...] minuscole, pi√Ļ simili ai folletti.¬†Sanno forgiare spade e metalli, fino alla conoscenza della magia.¬† Cavalieri di Norwood ¬©Rebecca [...]

  2. [...] razze pi√Ļ antiche e potenti, sono creature estremamente intelligenti e alcuni possono usare la magia. Differiscono per variet√† di specie, colore (blu, rossi, bianchi, verdi, neri, o anche [...]

  3. [...] come la fuga dalla realt√†, sia temporale che spaziale, e l’interesse per il Medioevo, per la magia e per l’occulto. Tutti punti chiave della narrativa fantastica, all’interno della quale [...]

Lascia un commento

Trascrivi il codice di sicurezza visualizzato nell'immagine:
Cambia codice